Benvenuto nella sezione Faidate 

In quest'area potrai trovare la sezione "L'esperimento della settimana" che è al momento il più aggiornato progetto culturale di Eco Drive 2009++.

 Con queste inserzioni potrai provare a casa tua tutto ciò che ti proponiamo.

 

Costruzione di un semplice motore. DIFFICOLTÀ:   /6

1-Materiale: 2 graffette fermacarte; 4 magneti; 2 batterie da 6 V con basso amperaggio ( 0.5 A l’una); nastro adesivo resistente; filo di rame per collegamenti; filo di rame  piuttosto spesso e rigido; un contenitore piuttosto piccolo e cilindrico ( altezza 5-6 cm, diametro 3-4 cm)

 

2-Precauzioni: Se le batterie sono di alto amperaggio ( dai 3 A in avanti) è necessario portare prudenza per possibili scosse anche se non potenti. È possibile utilizzare un massimo di 12 V e 5 A, poi diventa troppo rischioso per il laboratorista e per il pericolo di corto circuito.

Effettuare l’esperimento in un luogo asciutto, ben arieggiato e lontano da bambini.

 

3-Costruzione: preparare il motore fissando le graffette sui bordi del contenitore (le graffette devono essere parallele) se necessario fissarle con del nastro adesivo.

Inserire 2 magneti all’interno della scatola e 2 all’esterno in modo che si attraggano e si fissino automaticamente ( è importante suddividere i magneti come riportato perché si deve creare un campo elettrico).

 

Creare il rotore: prendere il filo di rame spesso e avvolgerlo attorno ad un pennarello ( 1.0 cm di diametro) lasciare una parte dei due lembi lunga e rigida.

 

 

 Inserire il rotore nelle due graffette e collegare con altri due fili di rame per collegamenti, le graffette alla batteria in modo che si formi polo positivo e polo negativo.

Risultato: il rotore gira in senso antiorario o orario a seconda dell’inversione dei poli ( + -).

 

Conclusione: il rotore gira perché si forma un campo elettromagnetico tra il rotore percorso dalla corrente elettrica e le calamite sottostanti, avviene così una repulsione. Il principio dei motori si basa proprio sul gioco di repulsioni tra la corrente elettrica e un campo magnetico fornito da ferro magnetizzato o semplici calamite.

Mostra immagine a dimensione intera 

 

 

 

 

_________________  .  _________________ 

 

 

 

Costruzione della pila di Volta. DIFFICOLTÀ:  /6

 

1-Materiale: 10 dischi di zinco (spessore 3mm); 10 dischi di rame (spessore 3mm); 10 panni di stoffa fine (spessore 5mm); acido solforico (reperibile nelle aziende chimiche o nelle ferramente); tubo in ferro o alluminio ( larghezza 2cm altezza 18cm circa), 2 aste di ferro (lunghezza 5cm, diametro 0.5cm).

 

2-Precauzioni: l’esperimento è molto pericoloso sia per l’utilizzo di acido solforico, che per la creazione di corrente elettrica. L’acido solforico non è da toccare né a mani nude né con guanti, da utilizzare con apposite tenaglie. Effettuare l’esperimento in un luogo aperto con maschera protettiva per chimici (carboni attivi), vestiti pesanti con ulteriore camice da laboratorista, guanti lunghi, maschera protettiva per gli occhi e copricapo apposito. Effettuare l’esperimento lontano da bambini e altre persone fino ad una distanza di 100m. Attenzione, una volta carica potrebbe rivelarsi esplosiva.

 

3-Costruzione: infilare dentro al tubo di ferro forato da entrambe le parti (parte 1: foro di 2cm, richiudibile con tappo, forato di 0.5cm parte 2: foro di 0.5cm) due aste di ferro in modo che fuoriescano, lunghe 5 cm, incastrarle nella parte 2 e nel tappo forato.

Posizionare in modo verticale la struttura in ferro ed inserire un disco di zinco, poi inserire un panno imbevuto di acido solforico e successivamente un disco di rame, continuare ad impilare secondo questo schema fino all’esaurimento del materiale.

Richiudere con il tappo e posizionare la pila orizzontalmente.

4-Risultato: si registrerà una produzione di corrente elettrica nei due poli.

5-Conclusione: si ottiene un  passaggio continuo di corrente elettrica  dovuto alle reazioni chimiche tra l’acido, il rame e lo zinco. La corrente si interromperà solo quando la soluzione acida sarà esaurita.

_________________  .  _________________ 

 

 Come costruire una lampadina. DIFFICOLTÀ:  /6

1-Materiale: 1 filo di rame non isolato (lunghezza 10-11 cm); filo di rame isolato;  una tavola in legno (5x5 cm); 1 martello; 2 chiodi, 1 batteria da 6V.

2-Precauzioni: il rame, una volta lavorato, ed attraversato da elettricità comincerà a scaldare fino a diventare ustionante e rovente, non toccarlo durante l'esperimento e prima di iniziare a rimaneggiarlo aspettare qualche minuto.

3-Costruzione: preparazione del supporto in legno: piantare 2 chiodi nella tavoletta di legno in modo che ci sia una distanza pari a 2cm l'uno dall'altro; prendere il filo di rame non isolato ed avvolgerlo su una biro di diametro 0.5 cm fino a produrre una specie di "molla". Collegare la molla tra i due chiodi piantati nella tavoletta di legno e successivamente collegarre con due fili elettrici isolati i due chiodi facendo in modo che i due fili non si tocchino tra loro. Collegare i due fili elettrici alla batteria da 6V e attendere il risultato, che avverrà dopo pochi secondi, spegnere la luce della stanza in cui si lavora e osservare la luce emessa.

4-Risultato: la molla si illumina e diventa incandescente.

5-Conclusione: la molla una volta attraversata dalla corrente elettrica comincia a surriscaldarsi perchè avviene una sorta di corto circuito. Le particelle una volta che sono attraversate da elettricità si agitano sempre più e producono calore, questo fenomeno prende il nome di effetto termico.                

 _________________  .  _________________ 

Questa prima parte di progetto è terminata. I tre esperimenti della parte energetica ti hanno permesso di comprendere le basi necessarie per la costruzione di una parte della centrale.

Negli esperimenti successivi tratteremo argomenti riguardanti la manutenzione, il risparmio e la costruzione di opere idriche.

SEI PASSATO AL LIVELLO 2

Come costruire un depuratore.DIFFICOLTÀ:  /6

1-Materiale: una tanica da 8 litri (come quelle dell'ammoniaca); tubo ( 10cm di lunghezza); colla a caldo; una bottiglia da 2 litri (come quelle dell'aranciata); pietre di diverse misure; sabbia, 1 panno di cotone o di stoffa; gomma piuma; 1 paio di forbici.

2-Precauzioni: la colla a caldo una volta inserita la spina nella rete elettrica, raggiunge temperature elevate ed esiste il pericolo di ustioni.

3-Costruzione: praticare un foro della grandezza del tubo a metà tanica e isolarlo con la colla a caldo, successivamente tagliare con le forbici metà bottiglia manteneno la metà dove è presente il tappo. Inserire nella bottiglia secondo questo ordine il seguente materiale: mettere il panno sul fondo a contatto con il tappo, poi versare la sabbia al di sopra del panno, stendere uno strato di gomma-piuma al di sopra della sabbia, versare le pietre più piccole e poi quelle più grosse; dirigere il tubo della tanica al di sopra della bottiglia; riempire la tanica con dell'acqua sporca di terra ad esempio e osservare l'acqua che fuoriesce dal buco per il tappo. ATTENZIONE!! L'acqua non diventerà potabile ma solo limpida ( potrà essere utilizzata per irrigare piante e fiori ma non dovrà essere ingerita).

4-Risultato: l'acqua uscirà pulita.

5-Conclusione: le pietre fermano le impurità più grossolane mentre lo straccio, la sabbia e la gomma piuma fermano le impurità più piccole e a volte invisibili ad occhio nudo. Irrigatore automatico

 _________________  .  _________________ 

Irrigatore automatico.DIFFICOLTÀ:  /6

1-Materiale: un tubo con lunghezza a piacere; 1 spillo di ferro; 1 candela; 1 bottiglia da 2 litri (come quelle dell'aranciata); colla a caldo.

2-Precauzioni: la colla a caldo una volta inserita la spina nella rete elettrica, raggiunge temperature elevate ed esiste il pericolo di ustioni. Quando si utilizzerà l'acqua bisognerà staccare la presa di corrente dalla rete elettrica.

3-Costruzione: forare della grandezza del tubo posseduto il fondo della bottiglia, isolarlo con la colla a caldo. Praticare con un ago o uno spillo riscaldato su una camdela accesa tanti fori quanti sono i punti da irrigare sul tubo; la parte finale del tubo deve essere occlusa utilizzando della colla a caldo. Versare dell'acqua velocemente nella bottiglia e notare l'uscita d'acqua goccia a goccia attraverso i buchi praticati nel tubo. Per bloccare l'uscita d'acqua basterà chiudere la bottiglia con il tappo.

4-Risultato: l'acqua esce dai fori, con questo sistema è possibile irrigare piante e fiori per diverse ore.

5-Conclusione: l'acqua esce dai fori per via della pressione atmosferica ed idrostatica.

 

_________________  .  _________________ 

 

Come costruire un pannello solare. DIFFICOLTÀ:  /6

1-Materiale: tubo di rame; ritagli di isolante per costruzioni edilizie; tenaglie; vernice nera; cartoncino nero; 2 tubi di gomma; una vaschetta per gelati; silicone; 1 pennello; 1 pannello trasaparente di vetro; trapano.

2-Precauzioni: l'acqua in uscita dal pannello solare avrà temperature molto elevate 70-80 °C, esiste il rischio di ustioni alla pelle.

3-Costruzione: prendere una tavoletta di isolante (dimensioni 20cm x 20cm) (spessore 4-5cm); piegare a forma spiroidale con le tenaglie il tubo di rame senza schiacciarlo nelle curve; le due estremità devono essere ripiegate e verticali. Forare l'isolante e far passare un'estremità del tubo di rame. Costruire i bordi fatti di isolante incollandoli con il silicone fino a formare una specie di contenitore isolato con all'interno la spirale di rame (al di sotto della spirale di rame deve essere messo il cartoncino nero); incollare la lamina di vetro sul contenitore isolato. Collegare i due tubi di gomma alle due estremità fino a farli convogliare in una vaschetta per gelati posta più in alto del pannello. Infine dipingere di nero con il pennello tutti i rivestimenti isolanti. Riempire d'acqua la vaschetta.

5-Risultato: il pannello posto al sole scalderà l'acqua contenuta.

6-Conclusione: L'acqua viene scaldata a causa del colore nero che attira il calore del sole e della resistenza prodotta dalla spirale di rame;  l'acqua più calda salirà nella vaschetta, mentrre l'acqua presente nella vaschetta scenderà automaticamente fino a produrre un moto continuo... naturalmente fino a che non tramonta il sole!!

_________________  .  _________________

 

Termina così la sezione di progetto idrica.

Eco Drive ti ha permesso di costruire apparecchi elettronici e opere idriche semplici. Sei in grado di continuare?? Se hai superato questi esperimenti senza problemi sei in grado di passare al livello 3!! La difficoltà aumenterà sporadicamente ma i risultati saranno soddisfacenti. Arriveremo a costruire una vera e propria centrale ma solo a livelli più avanzati.

 

SEI PASSATO AL LIVELLO 3

 

La difficoltà non sarà più fino al livello 6, bensi arriverà a 10.. Il livello estremo sarà indicato con una stella nera oltre alle 10 gialle.

Come costruire un bruciatore ad olio. DIFFICOLTÀ  /10

1-Materiale: una vecchia spola da fabbrica (in ferro o in acciaio); un contenitore che contenga la spola abbondantemente; della carta; olio per friggere (non utilizzare oli esausti di motori o fritture); un accendino o fiammifero; acqua (in caso di fiamme elevate).

2-Precauzioni: effettuare l'esperimento sotto la diretta osservazione di un adulto, pericolo per ustioni anche dopo aver spento la fiamma, pericolo elevato di incendio. Effettuare l'esperimento all'aperto e lontano da sostanze infiammabili come alcool, benzina ecc.

3-Costruzione: Inserire la spola forata da fabbrica (si trova nelle tessiture) all'interno del vassoio, riempire per metà di carta la spola senza pressarla troppo. Versare l'olio nel vassoio quasi fino all'orlo in modo da raggiungere la carta nella spola. Attendere 1-2 minuti e successivamente far accendere la carta con l'accendino da un adulto.

4-Risultato: la carta brucia, la fiamma rimarrà accesa per diverse ore. Conservare la costruzione effettuata per l'esperimento finale.

5-Conclusione: la carta non si consuma perchè brucia l'olio che risale per capillarità. Quando l'olio sarà terminato si spegnerà la fiamma.

 

  _________________  .  _________________ 

Costruire una trubina. DIFFICOLTÀ   /10

1-Materiale: 2 fili elettrici di rame; 1 dinamo per biciclette; 1 elica di piccole dimensioni (diametro 5 cm) della forma di un elica di un vecchio mulino ad acqua con le pale parallele; silicone se si utilizza la turbina nell'acqua; lampadina da 1.5v.

2-Precauzioni: evitare di bagnare la dinamo.

3-Costruzione: collegare incollando col silicone la dinamo e l'elica (l'elica deve girare liberamente quindi fissarla sul perno rotante della dinamo) collegare con due fili elettrici la lampadina e la dinamo se non sono già collegati. Mettere sotto il getto d'acqua (almeno 3-4 atm) ed osservare il risultato.

4-Risultato: le pale dell'elica girano e la lampadina si accende.

5-Conclusione: le pale girando permettono alla dinamo di creare un campo magnetico che verrà trasformato in corrente elettrica, la lampadina si accenderà.

_________________  .  _________________ 

Costruire una linea di trasporto elettrica.DIFFICOLTÀ /10

1-Materiale: dei pali di legno, due fili di rame di lunghezza pari a 4-5 metri (l'uno), colla a caldo, batteria da 12 v.

2-Precauzioni: portare attenzione all'utilizzo della colla a caldo per prevenire ustioni e folgorazioni se bagnata con acqua quando è collegata alla presa elettrica; utilizzare una batteria con basso amperaggio per pericolo di folgorazione; effettuare l'esperimento sotto sorveglianza di un adulto.

3-Costruzione: distanziare i pali di legno in modo che si suddividano per 4.5 metri, con la colla a caldo fissare il cavo di rame in ogni palo fare lo stesso con l'altro cavo facendo in modo che i due cavi non si tocchino. Collegare la batteria ai due cavi (polo + e polo-).

4-Risultato: in questo modo riuscirete a trasportare la corrente elettrica da una parte all'altra della futura centrale.

5-Conclusione: il rame essendo un buon conduttore trasferisce la corrente della batteria, nell'altra parte della linea elettrica è possibile collegare un utilizzatore.

_________________  .  _________________ 


Sito web gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!